L’usato sostiene il futuro

Italian
Mercatino
26/06/2017

Il riuso una pratica sociale che allunga il ciclo di vita degli oggetti, preservando l’ambiente e creando valore per tutti. 

“Un esempio concreto di economia circolare”

Sottrarre gli oggetti usati all’impatto ambientale, allungarne il ciclo vitale, ridurre gli sprechi e la sovrapproduzione, creare valore dove sembrava non essercene più: è questo quello che avviene ogni giorno nelle centinaia di punti vendita della “Mercatino”.

È il successo di un modello di business sostenibile, che realizza i princìpi dell’economia circolare e ne distribuisce sul territorio i benefici. Da milioni di oggetti giunti alla fine del loro primo ciclo di vita la Mercatino crea una nuova economia, recuperandoli e mettendoli a disposizione di nuovi acquirenti. 

Intendiamo il mercato come pratica di virtù civili, di impegno etico e sociale. Mettere al centro la persona rendendola “protagonista consapevole e responsabile” significa diffondere un modello di Economia Civile orientato al bene comune, al mutuo vantaggio, alla sostenibilità espressa in tutte le sue forme. Sebastiano Marinaccio, presidente della Mercatino

La nuova vita degli oggetti: il futuro come impegno 

Alla base del modello di business messo in atto dalla Mercatino c’è la volontà di affrontare il mercato in maniera responsabile, rispettando collaboratori, clienti, ambiente e il futuro di tutti. 

Dare nuova vita a oggetti usati come mobili, elettrodomestici, giocattoli, libri, abbigliamento e tutto quanto sia ancora sfruttabile significa trasformarli in una risorsa da valorizzare e la loro valorizzazione porta un indubbio beneficio a tutta la collettività poiché si recuperano beni ancora utili, si risparmia energia, si rispetta la vita. 

È il futuro che si crea due volte: nel prolungamento del ciclo di vita di un oggetto;  nell’alleggerimento del costo ambientale che comporterebbe smaltirlo.

Una dinamica talmente virtuosa da generare vantaggi per tutti gli attori in gioco: chi vende ne trae un guadagno; chi compra, un risparmio; la collettività – come detto - gode di un evidente risparmio energetico e di un ridotto impatto ambientale.

Benefici certificati 

Ogni anno, l’attività della Mercatino consente di evitare mediamente l’emissione di 100.110 tonnellate di C02, pari a un risparmio di oltre 1.300.000.000 MJ di energia primaria.
Numeri che paiono astratti, ma che nel concreto significano restituire alla Terra 131 anni di vita.

Dettagli impressionanti, che risultano da uno studio di certificazione  commissionato dalla Mercatino alla società Ecoinnovazione. L’indagine, primo caso di ricerca completamente autofinanziata di questo tipo in Europa, ha previsto l’applicazione dei criteri del Life Cycle Assesment sull’intero paniere degli oggetti disponibili nei punti vendita Mercatino.